Survival in the city: come difendersi dall’inquinamento e proteggere la nostra pelle

BOLOG

La città è nemica della pelle? Se negli ‘50 vivere in città era sinonimo di benessere, oggi è sicuramente tutta un’altra storia.

Le metropoli sono inquinate e questo ormai è un dato di fatto; il ritmo è frenetico ed è più difficile rilassarsi. Di questi effetti, a risentirne, è anche la nostra pelle, soprattutto quella del viso che è maggiormente esposta a tutti questi agenti dannosi.

I primi sintomi sono l’irritazione e l’infiammazione della pelle, che diventa sensibile e intollerante. Anche la qualità del sebo prodotto viene modificata provocando la comparsa dei fastidiosi punti neri. Le conseguenze che ne derivano sono: disidratazione, rughe, perdita di tono e incarnato spento.

Che la soluzione sia quella di fuggire dalle metropoli inquinate? No di certo!

Come agire?

Innanzitutto puntando sulla nostra skincare, prendendoci cura del nostro viso!

Ecco un’efficace routine antinquinamento proposta da epiLate, semplice ma assolutamente efficace.  Quattro gli step fondamentali: detersione, esfoliazione, protezione, rigenerazione

Detersione: Immancabile. Epilate consiglia per mattina e sera latte struccante occhi e viso e lozione tonica azzurra per una pulizia profonda ma dolce. Il latte elimina le impurità in profondità e fornisce nutrimento alla pelle, il tonico regola il pH, tonifica e decongestiona le zone più sensibili della pelle, donandole un aspetto sano, lucente e una piacevole sensazione di relax.

latte 2tonico 2

Esfoliazione: Il peeling non deve essere aggressivo, ma delicato e multifunzione, abbinando l’azione esfoliante all’azione idratante e nutriente. Dobbiamo eliminare con cura tutto lo smog, le polveri sottili e gli inquinanti in modo delicato per non aggredire la nostra barriera idrolipidica. Ecco che epilate propone Peeling Esfoliante con alghe bianche che esfolia in profondità e rimuove le cellule morte. Conferisce nuova vita alla pelle, contribuendo costantemente al suo rinnovamento. Ottimi risultati su pelle grassa e molto grassa, poiché, oltre ad eliminare l’eccesso di lipidi, questo peeling bilancia il pH della pelle, neutralizzando l’acidità in eccesso.

peeling 2

Protezione: E’ importante proteggere la pelle, anche in città, dai dannosi raggi UV. La crema solare epiLate è stata pensata per soddisfare anche i clienti più esigenti.  Si tratta di una crema specifica, anche per le pelli più delicate, resistente all’acqua e senza petrolati. E’ idratante, profumata, senza allergeni e contenente estratti di plancton; schermo solare fisico che impedisce la penetrazione dei raggi UV.

Ccrema solare viso 2

Rigenerazione: E’ importante la sera rigenerare la nostra pelle, durante il sonno. Mai andare a letto truccate e senza applicare i prodotti giusti. Mettere sempre una buona crema che, stimolando la formazione di nuovo collagene ed elastina, ripristinare i meccanismi di difesa della pelle. epiLate propone in questo caso due prodotti:

  • Il Gel alla Centella asiatica, rinnovatore dei tessuti. Stimola la formazione di collagene ed elastina. Ideale per la pelle grassa grazie alla sua texture in gel e per le pelli che non sopportano le creme e hanno bisogno di un gel rigeneratore efficiente.
  • Per pelli sensibili e delicate troviamo la crema ad idratazione profonda con Azulene. Ripristina la struttura naturale, ristabilendo l’equilibrio idro-lipidico negli strati più profondi. Apporta idratazione e freschezza per tutto il giorno.

gel centella 2crema viso 3

Non dimentichiamo infine di praticare uno stile di vita sostenibile, cominciando subito con piccoli gesti quotidiani.

Cerchiamo ad esempio di utilizzare il più possibile materiali riciclabili, prima di buttare qualcosa..pensiamoci, spegniamo la luce quando usciamo dalle stanza e non lasciamo TV e PC in stand-by, preferiamo i mezzi pubblici o le biciclette alle auto; insomma sono queste alcune delle mosse giuste che possiamo fare durante la nostra vita quotidiana e senza neanche tanto sforzo.

Condivi con noi, quali sono i tuoi gesti quotidiani per combattere l’inquinamento?